Resilient Disabled: perché?

Resilient Disabled: perché?

Resilient Disabled nasce per sostenere le famiglie con un problema di grave disabilità a carico grazie all’organizzazione di vacanze riabilitative ed a cicli di sostegno domiciliare per obiettivi. Obiettivo di RD  è quello di integrare la persona disabile con il proprio contesto di riferimento. Capire che non esiste la disabilità in genere, ma esistono persone con bisogni educativi differenti permette di raggiungere questa meta con un certo margine di probabilità. Quindi non ha più senso parlare genericamente di disabilità intellettiva, termine che rimanda a numerose patologie che, tutte, producono difficoltà nell’interazione del soggetto con il proprio ambiente.  Una persona con autismo, ad esempio, può avere una vasta e differenziata gamma sia di competenze che di difficoltà . Può andare all’università, può imparare ad esprimere le proprie emozioni, può imparare a giocare o a costruire rapporti di amicizia significativi.  Per riuscire in questi compiti dovrà però essere guidata attraverso scelte che tengano conto delle sue peculiari modalità di adattamento ambientale. Importante in questa prospettiva resta il coinvolgimento del caregiver e, quando richiesta, la formazione di figure non sanitarie, scelte di volta in volta dalla famiglia per accudire i propri congiunti. Il Sistema Sanitario Nazionale non prevede un servizio con queste caratteristiche.

Per rispondere anche a questo bisogno nasce Resilient Disabled.  

Superare le difficoltà vuol dire essere persone resilienti, capaci di essere artefici del proprio futuro.

Resilient: Il futuro è di tutti

 

 

 

 

 

 

 

 

This post was written by

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>